Voci piene di Humus. Una performance radiofonica dedicata a Piero Santi


Io sono molto fortunata. Non saprei dire cosa sono, ma so come lo sono diventata: ho incontrato persone generose, brillanti, sapienti, che mi hanno insegnato molto anche senza inforcare gli occhiali o impugnare una bacchetta. Una di queste è Piero Santi, un giornalista, un conduttore, una persona di enorme spessore. Ogni tanto mi scriveva e mi diceva “ci sei?”. Io correvo sempre, e sempre ero un po’ in ansia, perché non potevo stare al suo livello. E poi mi ha portata a teatro, mi ha fatto conoscere della musica che non avrei mai incontrato. E la campagna abbonamenti di Radio Città del Capo con lui era uno spettacolo. Impossibile pensare che Piero  non c’è più, eppure è così. Domani proviamo a ricordarlo, e io sono di nuovo emozionata, preoccupata, onorata. Ciao, Piero.

Seguiteci in streaming su http://www.radiocittadelcapo.it

Di seguito, il comunicato di Radio Città del Capo con un po’ di dettagli.

Sabato 24 giugno, tra le 9 e le 13, andrà in onda una performance radiofonica dedicata “alla voce e alle voci” di Piero Santi, che hanno segnato profondamente la storia di una “radiolina preferita” da molti a Bologna e tracciato rotte avventurose, certamente rigorose e talvolta “impossibili”.

Ispirata allo stile radiofonico di Piero ma lontana da ogni retorica celebrativa o commemorativa, il progetto prende il suo titolo dalla storica trasmissione pomeridiana da lui condotta per quasi 30 anni dagli studi di Radio Città di Capo.

La radio e tutta Open Group si uniscono a questo omaggio.

Pensata da un gruppo di colleghi, artisti e amici di Piero, a un anno dalla sua prematura scomparsa, la trasmissione è un evento-omaggio a un critico musicale, teatrale e cinematografico: a un artista e a una grande comunità di ascoltatori, all’intera città di Bologna. Per questo, la performance “on air” si inoltrerà in un arcipelago di voci e di musiche e, nell’orario mattutino del sabato che caratterizzava il “Santi Time”, dalle 9 alle 13, proporrà all’ascolto un evento culturale che vedrà protagonisti colleghi e collaboratori di Piero, musicisti e attori, giornalisti e cantanti, persone che hanno aderito con generosità, entusiasmo e commozione a questo progetto e offriranno un proprio contributo alla trasmissione.

Tra le voci e le performance della piccola maratona radiofonica, quelle di Moni Ovadia, di Chiara Guidi dei “Raffaello Sanzio”, della paroliera e storica dell’illustrazione Paola Pallottino, di Tanino De Rosa e della Compagnia Fantasma, della poetessa e attrice Mariangela Gualtieri, del fondatore del “Teatro delle Albe” Marco Martinelli, di musicisti come Guglielmo Pagnozzi, Daniele Sanzone, Jonathan Clancy ed Emidio “Mimì” Clementi. Ma anche le voci storiche e familiari di alcuni (dei molti) che hanno fatto parte della “crew di Piero Santi”, voci piene di Humus come quelle di Nicoletta Maldini e Roy Menarini.

A condurre le 4 ore di trasmissione sarà Moreno Mari, affiancato durante la mattinata dall’attrice Donatella Allegro, da Giangiacomo “Gago” Rosiello e da Federico Lacche.