Copenaghen punto zero


30 agosto 2018 ore 21.30, Hotel Stiffe, San Demetrio ne’ Vestini (AQ)
all’interno della scuola politica “Rinascita. Femminile, plurale” – a cura dell’Ass.ne Le Funambole

anteprima nazionale dello spettacolo

Copenaghen punto zero. La vita tra due morti

di Neviana Calzolari

con Donatella Allegro

regia di Christian Caiumi

musiche: Tiff Lion

in collaborazione con Associazione Culturale Effettica

Testo di prossima pubblicazione per Giovane Holden Edizioni,

uscita prevista: settembre 2018

L’evento è riservato alle/ai partecipanti alla scuola

Evocare l’esperienza della transizione di identità sessuale come destino misterioso, potenza, energia vitale, attraverso testi che la possano richiamare nei suoi significati e passaggi esistenziali più profondi, dalle sue premesse che in qualche modo possano rievocare la vita-non vita (morte) di prima della transizione dalla quale essa nasce, per seguirne poi lo sviluppo fino a quella che potrebbe essere la prefigurazione di una morte quale esito conclusivo di una vita autentica.

Trasmettere quindi in particolare l’idea che la transizione di identità sessuale è il sorgere di una vita che si colloca tra due morti (una prima morte celata dietro una non-vita, una seconda morte quale termine di una vita vera e autentica).

Inoltre evocare come nell’esistenza di ogni essere umano, trans o no, la nostra identità tenda a essere fissata e cristallizzata in momenti, in passaggi decisivi, che lasciano dietro di noi tensioni irrisolte che condizioneranno per sempre la nostra vita, il modo in cui ci rapportiamo agli altri, fino a quando eventi esterni traumatici (come affrontare la morte) ci costringono a scegliere nuovamente se confermare le nostre decisioni precedenti o se metterle in discussione.

E cosa è il senso della vita se non interrogarsi su ciò che ci è capitato di essere o di diventare nella nostra dimensione più intima e autentica? E quindi di avere il coraggio di tradurre anche socialmente questo destino? La vita di una persona transessuale è una delle manifestazioni più forti ed estreme del destino esistenziale e mortale di ogni essere umano.